1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0.00 (0 Votes)

In conseguenza della conclusione burrascosa del giudizio civile n° 13288/98 e in prospettiva di aggressioni da parte dei rappresentanti legali e difensori in giudizio della S.p.A: Del Vecchio Costruzioni S.p.A. inviai con racc. r.r.  all'Avv. estorsore Roberto Morante, con invio per conoscenmza al suo complice Ciro Rossi e alla loro mandante Patrizia Boldoni, una diffida a proseguire atti che configuravano l'estorsione, aggravata dall'imposizione di atti giudiziari solo apparentemente legittimi.

Non potevo fare altro di fronte alla decisione del Giudice Monocratico Mauro Criscuolo di dichiarare con falsità avvenuto un adempimento essenziale che la S.p.A. ns controparte non avrebbe mai potuto adempiere nello stato di fatto e di diritto degli immobili e delle pratiche di condono risultanti dagli atti.

Anche la legge sul condono 724/94, era esplicità sulla nullità degli atti stipulati in condizione di improcedibilità della istanza di condono che invece dichiaravano regolarmente presentata e in attesa di definizione positiva, mentre la conclusione del Giudice e del C.T.U. Santo Flagiello, li portò ad affermare uno stato di regolarità della istanza che non era affatto dichiarabile.

Non potendo fare altro, di fronte a provvedimenti emanati dal Tribunale di Napoli con errore (ed era questo il più grave reato cui mi stavano esponendo e sono tutt'ora esposto a oltre 10 anni di distanza, li denunciai per truffa ed estorsione con frode processuale, ma fin'ora tutti, aiutati anche da collusione ed omerta di responsabili ed amminsitratori della Amministrazione Pubblica di Casalnuovo di napoli e magistrati fintamente incapaci di porre in esecuzione l'obbligatorietà dell'azione penale, sono ancora impuniti, mentre i coautori della massiccia costruzione abusiva riscontrata a Casalnuovo dal G.I.P. Paola Borrelli (Tribunale di Nola (NA) e gli iniziali proprietari del suolo agricolo, stanno conseguento profitti illeciti perduranti da oltre 23 anni per milioni di Euro gestendo un patrimonio immobiliare abusivo frutto di truffe a cento famiglie, ricavandone locazioni a prezzo di mercato.

Non ho trovato ancora un magistrato capace di fermare questi abusi e questi gravissimi reati.