1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 4.33 (3 Votes)

Sono un marito e genitore di 3 ragazzi cresciuti nel timore della legge.

Quando mi resi conto di esser stato truffato, non ci pensai un minuto a denunciare, anche perché la truffa non riguardava solo me e solo la mia famiglia ma anche altre cento, e, in un certo qual modo, ero stato "usato"  da Patrizia Boldoni e chi era dietro di lei per portarla a compimento.

Si trattava di "immobili", la "prima casa", per tantissimi "il sogno di una vita", per altri un modo come un altro per arricchirsi velocemente.

- Criminali? Si, i peggiori: "Colletti bianchi", con al servizio tanti avvocati, magistrati e notai e complici ovunque nelle Amministrazione Pubblica e nei media.

...

La costruzione è in Casalnuovo di Napoli da quando, dopo essersi sviluppata abusivamente quanto liberamente nei primi anni '90, in casalnuovo di Napoli;

La strada è quella tristemente nota come via Strettola, dove si ripetono voragini assassine e dov'è di casa lo sfregio istituzionalizzato al territorio, con scuole, palestre e auditorium tutto abusivo, dove, al colmo del paradosso, il Comune tiene Consigli comunali e convegni, anche contro l'illegalità, la violenza e l'abusivismo!

I costruttori?

Napoletani molto noti, Corrado Ferlaino (ex patron e poi affossatore del Calcio Napoli) e la moglie, Patrizia Boldoni, nota nel Jet Set finanziario nazionale e da poco anche ai vertici di una azienda Pubblica.

I terreni erano e sono di proprietà di una confraternita controllata dalla Curia di Napoli (o viceversa controllante la Curia di Napoli)

Le concessioni irregolari, il condono presentato il 28.02.1995 e sostituito il'1.3.1995 attestante il falso già alla presentazione e per questo NEGATO, ma con 16 anni di ritardo, ma tutto in apparenza, regolare e confortato da false dichiarazioni di regolarità dei responsabili presso il Comune di Casalnuovo, che ancora oggi è partecipe alla "copertura" astenendosi di adempiere alla demolizione delle 350 unità immobiliare abusive già dichiarata e obbligatoria per legge, perchè anche il T.A.R. della Campania, con la sentenza n° 896/2012 (dopo la Suprema Corte di Cassazione (R.G.Cass. n° 7632/2011) ha dichiarato il condono ab initio improcedibile.

Anni addietro, 

dopo aver preso contatti nel 1992 con la Del vecchio Costruzioni S.p.a. e ottenuto un "incarico di vendita" per la società di intermediazione immobiliare con la quale collaboravo, convinto della bontà dell'acquisto, convinsi anche mia moglie a prenotare uno dei costruendi appartamenti, scegliendone uno con abbinato un giardino e un posto auto annesso.

Già al preliminare, sottoscritto con Patrizia Boldoni il 23 luglio '93, tutto procedeva abusivamente, ma questo non impedì alla Boldoni e a Corrado Ferlaino, prima e dopo del nostro atto, di incassare da noi e altre famiglie svariati miliardi di lire, facendoci anche impegnare a costruzione conclusa ad addossarci un mutuo da loro inizialmente contratto presso Banca di Roma S.p.A.;

Anche l'esistenza del "mutuo" ebbe un peso rassicurante: quale banca avrebbe finanziato una costruzione illegittima?

Le prenotazioni andarono a gonfie vele, la costruzione invece subì non pochi ritardi, anche per l'arresto del sub-appaltatore scelto da Ferlaino per contiguità con la camorra locale. Riuscimmo a farci consegnare la casa il 16.12.94, senza fare il rogito perchè loro non erano pronti e c'erano ancora lavori (abusivi) in corso nel parco. Altre famiglie dovettero aspettare ancora un anno.

A noi ci chiamarono al rogito il 30 ottobre 1995, con invito per il 16.11.95

Al rogito dovemmo "fermare" il notaio, esclamando <<Si fermi, questo atto non lo possiamo firmare>>!

Alla domanda del notaio Nicola Capuano <<mi state chiamando ladro>> risposi semplicemente <<se i documenti sono solo questi, sì!>>

Con malcelato disappunto il notaio raccolse i pochi documenti nella sua bella cartellina e si allontanò senza proferire parola!

- In realtà ci eravamo allarmati perchè solo allora ci venne riferito che era stata presentata una istanza di condono e che al rogito non c'era il certificato di congruità dei pagamento delle oblazioni e valutare come irregolari altre dichiarazioni, ma non potevamo comprendere la gravità della situazione.

Lla procuratrice di Patrizia Boldoni, Concetta Gallucci (oggi con lei, Corrado Ferlaino e altri, co-indagata per associazione per delinquere finalizzata al riciclaggio di capitali di provenienza illecita e maxifrode fiscale) sbiancò e cominciò a farfugliare che dovevamo stare sereni, che ci avrebbero dato i giusti documenti, che il rogito l'avremmo potuto fare anche dopo.

In seguito solo una volta fummo ricevuti presso la società dal complice (direttore dei lavori nell'ultima fase) ing. Fiorillo Gennaro, che si lasciò scappare (forse non a caso) la seguente frase <<non potete avere idea cosa c'é sotto>>.

In seguito la cortesia subdola fu sostituita dalle minacce, anche <<di farci morire in tribunale>> se non avessimo intestato l'immobile "com'era" o l'avessimo lasciato libero recuperando solo una parte dei soldi versati tra caparre e acconti.

Da questo moemnto in poi ci siamo trovati in Tribunale in "terreno nemico".

Dopo aver perso il primo grado e l'appello, con sentenze vergognose (la prima n° 309/04 attestante il falso per colpa grave del magistrato, la seconda del tutto sbagliata (già cassata)) mentre i magistrati avrebbero dovuto prendere atto della documentazione già disponibile dal 1° grado vedi Attestati siamo ancora costretti a nuovi giudizi.

Intanto accertamenti tecnici positivi dell'esistenza di abusi incondonabili e persino una sentenza di Cassazione hanno confermato il ns buon diritto a non firmare un rogito che ci avrebbe esposti a indebitarci con la Banca di Roma S.p.A. e anche verso la legge per incauto acquisto!

  1. prot. 50944 del 14.12.2004
  2. C.T.U. Procura di Nola del 2008
  3. prot. 333 del 7 giugno 2011
  4. prot. 581 del 10 giugno 2011 - rilievi nell'appartamento che prenotai e pagai per la metà del prezzo e che volevano obbligarmi ad intestarlo benchè abusivo e per il quale sono ancora perseguibile per legge in quanto obbligato dalla sentenza n° 309/04 che non ho voluto pagare in quanto chiaramente estorsivo!

Sentenza favorevole Corte Suprema di Cassazione R.G. n. 7632/211  

Provvedimenti inequivocabili presso il Comune:

1. 26 luglio 2011 – Diniego alla istanza di condono n° 2780/95 prot. Gen. N. 10503 ; (questo poi vi dimostrerò come congegnato per favorire la società criminale che sorregge la truffa e l'estorsione a favore della confraternita e delle Opere di religione dell'Arcidiocesi di Napoli)

2. 5 marzo 2012 – Ordinanza di demolizione per i 135 appartamenti del parco delle "Ginestre ;

Nessuno potrà crederci, ma, nonostante tutto quanto sopra, gli iniziali proprietari e curatori dei suoli Arciconfraternita Pellegrini e Opere Religione dell'Arcidiocesi di Napoli presso la Curia (NA) stanno tutt'ora speculando impuniti e sono tutt'ora favoriti da omissioni presso il Comune e le Procure di Napoli, Nola, Roma e Perugia.

Io e la mia famiglia, pur avendo avuto sempre ragione, dopo aver perso per reati del Giudice (Impunito) Criscuolo Mauro) il giudizio di 1° grado siamo stati cacciati di casa nel 2004 con la FORZA PUBBLICA perdendo acconti, caparre e il risarcimento che ci era dovuto e, per ordine del Crisciuolo siamo noi obbligati a pagare un risarcimento ai nostri estorsori!

Tutto ciò mentre i nuovi procedimenti civili sono attentati da falsità sia materiali che ideologiche e le nostre denunce/querela, anche per estorsione, vengono archiviate senza neanche iscrivere i nomi dei denunciati al registro dei reati ex art. 335 del codice penale.

Una ns nuova denuncia per sviamento delle attività giudiziarie con il concorso di avvocati e responsabili presso la II Sezione Civile Corte di Appello di Napoli - R.G nr 2958/2011 con udienza il prossimo 13 gennaio 2016 -, benché provata e documentata con foto e audio registrato (vedi filmato ) sebbene abbia avuto il riscontro del PM Valter Brunetti - R.G.N.R. n° 40158/2014 - Atto di definizione del 11 giugno 2015 - resta impantanata, mentre i reati dei miei estorsori e dei loro mandanti non vengono indagati.

Pochi giorni fa ho sentito il Capo della Procura di Napoli Dott. Giovanni Colangelo dichiarare al T.G.R. Capnaia andato in onda alle 19.00 quando fecero il bliz a San Cipriano di Aversa e c'era da fare la passerella, che "L'Attenzione e la Guardia delle Magistratura Campana non è mai calata sui fenomeni criminali di stampo mafioso" Probabilmente, nel mio caso non hanno mai alzato neanche la testa!

 

Condividi questa pagina, grazie!

FacebookTwitterDiggDeliciousGoogle BookmarksRedditNewsvineLinkedinRSS FeedPinterest
Pin It

 

Partecipa, esprimi il tuo parere su questa vicenda.

Anche tu Vittima di Malagiustizia? Unisciti a noi! L'unione fa la forza!

banner facciamo due conti

Perché questo sito?

Oltre la necessità di denuncia, spero che diffondere e documentare cosa mi sta accadendo nei Tribunali italiani possa evitare ad altri di diventare vittima dei criminali del giudiziario continua...

Autorità informate

Questa sezione potrei chiamarla "della vergogna nazionale": scopri le autorità che hanno mantenuto il silenzio complice su comportamenti criminali costruttori abusivi, ma anche di professionisti iscritti agli albi, di notai, di avvocati, C.T.U. e magistrati deviati, dal 1990 a oggi.

Media

Questa è la sezione dei coraggiosi! Quì evidenzio articoli e interviste audio/video di giornalisti che hanno sentito il dovere civico di interessarsi al mio caso. Scopri quali media hanno fin'ora supportato le mie denunce. Contattami.

Reati in corso

Omissioni, sviamento, elusione, silenzio, inerzia amministrativa e immobilità giudiziaria sono i reati preferiti dai dipendenti e Amministratori Pubblici, avvocati, C.T.U. e Magistrati, non aiutarli anche tu!