1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0.00 (0 Votes)

Epilogo di una estorsione minacciata nel 1995 e portata a compimento solo il 7 settembre 2004, usando la illegittima sentenza n° 309/04 per dare al reato una parvenza pubblica di legalità.

Atto firmato dagli autori dell'estorsione, Avv.to Roberto Morante e Rossi Ciro, controfirmato dall'Ufficiale Giudiziario Antonio Velardi, compulsato per l'esecuzione, insieme ai Carabinieri locali e a un messo comunale, per ben 5 volte.

L'ufficiale Giudiziario Antonio Velardi, del Tribunale di Nola, verbalizzò (senza poter sapere) il completamento di una minaccia di estorsione fattami giungere da Patrizia Boldoni nel '96, quando rifiutai 70 milioni di lire al posto di 180,  che ci avrebbe causato l'impossibilità di comprarci un'altra casa, al posto di questa che avrebbero dovuto consegnarci "regoalre" e che invece ci risultava costruita in difformità e non condonata (i fatti poi ci hanno dato ragione...)

L'aggressioni fisica iniziò subito dopo quella giuridica che avevamo subito in primo grado, e che poi il Giudice Criscuolo Mauro, interponendosi tra noi e la Giustizia, decise di chiudere (o gli fu ordinato di chiudere) a suo modo, ma contro ogni evidenza e interpretazioni di norme di legge e di prove documentali e risultanze processuali.

Doc. n 1: AVVISO ESECUZIONE GIUDIZIARIA

 Marzo-2004

 

 

Doc. n° 2: ATTO DI PRECETTO primo accesso

Accesso-marzo-2004

 

DOC. n° 3 : TENTATIVI DI SFRATTO 2 e 3

Accesso-aprile-2004

Accesso-aprile-2004-2

 

DOC. n° 4 : SFRATTO CON LA FORZA PUBBLICA

SFRATTO Estorsione 01

 

SFRATTO Estorsione 02

SFRATTO Estorsione 03

SFRATTO Estorsione 04

 Testo del verbale:

Io sottoscritto Ufficiale Giudiziario addetto al Tribunale di Nola, munito di suddetto titolo ed in forza del quale, mi sono trasferito qui ove ho avuto la presenza del sig. Luigi Iovino, marito della esecutante sig.ra Leone Lucia, cui ho reso nota la mia qualità e lo scopo del mio mandato.

Sono presenti altresì gli Avv.ti Raffaele Leone e Vittorio Balzano, in rappresentanza della signora Leone Lucia.

E inoltre presente l'avvocato Roberto Morante, il sig. Ciro Rossi, quali legali rappresentanti della S.p.A. del Vecchio Costruzioni in liquidazione nonché la FORZA PUBBLICA.

L'avv. Leone fa presente:

1. che allo stato e per l'esecuzione de quo esiste un gravame innanzi alla Corte di Appello di Napoli giusta verifica della sentenza impugnata per cui chiede differirsi ogni eventuali procedure esecutive alla eventuale futura decisione;

2. ribadisce come ha già fatto nello stesso atto di gravame, tutte le ragioni in diritto e nel merito che sostengono la domanda della sua assistita;

3. in ogni caso fa rilevare che il procedente è persona giuridica oggi in liquidazione volontaria, per cui una eventuale esecuzione penalizzerebbe la attuale soccombente nel caso di revisione favorevole alla sentenza, non potendosi, eventualmente, riprendere quanto nel diritto leso.

L'Avvocato Morante impugna le avverse deduzioni facendo rilevare:

che tutte le argomentazioni addotte oggi sono già state portate alla Corte di Appello di Napoli che però ha rigettato la richiesta di sospensione dell'efficacia esecutiva della sentenza di primo grado (309/04) che era stata presentata dalla sig.ra Leone, conservando così piena efficacia esecutiva a tale sentenza della quale chiede pertanto la immediata messa in esecuzione.

L'avv. Leone insiste nella sua richiesta, essendo sopravvenuto nella conoscenza di questo difensore la pendente liquidazione della società procedente, non conosciuta al magistrato che ha denegato la sospensione, che, comunque, è stata già novellamente richiesta ex art. 700 c.p.c. e non ancora esitata.

L'Avvocato Morante fa rilevare che lo stato di liquidazione della Del Vecchio Costruzioni risulta chiaramente dalla sentenza oggi messa in esecuzione e che la stessa Corte di Appello ben era a conoscenza di tale stato di liquidazione allorquando ha rigettato la richiesta di sospensione dell'efficacia della esecutività del titolo ed insiste nella esecuzione.

A questo punto, alle 10,20, l'Avv.to Leone e l'Avv. Balzano si allontanano e si allontana anche il sig. Iovino Luigi.

Ho quindi proceduto a far aprire le porte di ingresso dell'appartamento a mezzo di un fabbro fornitomi dalla Del Vecchio Costruzioni.

Alle 11.10 è stata aperta la porta di ingresso, l'appartamento si presenta libero e vuoto da persone e nello stesso ho rinvenuto quanto segue: ....

Quanto innanzi inventariato viene affidato alla custodia del sig. Rossi Ciro che accetta la custodia affidatagli.

A questo punto ho immesso la S.p.A. Del Vecchio Costruzioni in liquidazione nel possesso dell'immobile e per essa il sig. Rossi Ciro a tutti gli effetti di legge.

Del che è verbale che previa lettura e conferma viene sottoscritto e chiuso alle ore 11.45

Luigi Iovino

ELENCO DENUNCE COLLEGATE, CON DOCUMENTI:

Esiste in Italia il diritto a non essere maggiormente danneggiati da una truffa?

Cronistoria, documentata con PDF, di 25 anni di reati ai danni di Amministrazioni Pubbliche e privati..

Riassunto truffa e estorsione, sfociata in frode processuale subenda da Patrizia Boldoni & complici, delle quali siamo vittime dal '93, senza poterne uscire...

Condividi questa pagina, grazie!

FacebookTwitterDiggDeliciousGoogle BookmarksRedditNewsvineLinkedinRSS FeedPinterest
Pin It

 

Partecipa, esprimi il tuo parere su questa vicenda.

Anche tu Vittima di Malagiustizia? Unisciti a noi! L'unione fa la forza!

banner facciamo due conti

Perché questo sito?

Oltre la necessità di denuncia, spero che diffondere e documentare cosa mi sta accadendo nei Tribunali italiani possa evitare ad altri di diventare vittima dei criminali del giudiziario continua...

Autorità informate

Questa sezione potrei chiamarla "della vergogna nazionale": scopri le autorità che hanno mantenuto il silenzio complice su comportamenti criminali costruttori abusivi, ma anche di professionisti iscritti agli albi, di notai, di avvocati, C.T.U. e magistrati deviati, dal 1990 a oggi.

Media

Questa è la sezione dei coraggiosi! Quì evidenzio articoli e interviste audio/video di giornalisti che hanno sentito il dovere civico di interessarsi al mio caso. Scopri quali media hanno fin'ora supportato le mie denunce. Contattami.

Reati in corso

Omissioni, sviamento, elusione, silenzio, inerzia amministrativa e immobilità giudiziaria sono i reati preferiti dai dipendenti e Amministratori Pubblici, avvocati, C.T.U. e Magistrati, non aiutarli anche tu!